Aidone tra i romanzi del Premio Letterario il Borgo Italiano

13 Jun 2017

Adone, insieme a Morgantina e Pergusa, partecipa al Premio Letterario il Borgo Italiano attraverso la sezione Romanzo Edito.

 

Aidone è un comune italiano di 4.929 abitanti della provincia siciliana di Enna. Sorge su uno dei comprensori culturali e naturalistici più interessanti della Sicilia centrale, territorio in cui si trovano l'importante sito siculo-greco-ellenistico di Morgantina, il Castello di Pietratagliata di epoca arabo-normanna, e, a pochi chilometri, la Villa Romana di Piazza Armerina, sito UNESCO. Con Piazza Armerina ed Enna, il comune condivide il Parco della Ronza. Al confine con la provincia di Catania si trova l'invaso artificiale del lago di Ogliastro.

 

Nell'antichità l'etimologia del suo nome si faceva risalire ad Aidoneus, un appellativo del dio Ade-Plutone, che, dopo aver rapito Persefone presso il lago di Pergusa, avrebbe sostato sul colle di Aidone. Altra ipotesi è l'origine dal termine arabo Ayn dun, nel significato di sorgente superiore, etimo che sarebbe giustificato dalla notevole presenza di sorgenti di acqua in tutto il territorio. Un'altra possibilità, greca, deriva dall'etimo Αηδόνι che significa usignolo.

 

Ad Aidone si parla un dialetto gallo-italico da sempre suonato estraneo all'orecchio dei siciliani e messo in relazione con l'origine lombarda dell'insediamento, successiva alla conquista normanna della Sicilia. Pare che Aidone venne fondata dai Normanni e con la cacciata degli arabi, nell'Undicesimo secolo, tuttavia è molto probabile che i conquistatori si siano limitati a rifondare un borgo esistente strappato ai Saraceni.

 

Nel 1693, il terremoto che colpì tutta la Sicilia orientale provocò in Aidone cinquanta morti, la distruzione del paese e il crollo di numerose chiese ed edifici, tra cui la chiesa Madre di San Lorenzo. L'evento, in gran parte della Sicilia nonché della Calabria segna un discrimine nella storia architettonica locale. Sede di una cellula carbonara guidata da Domenico Scovazzo, il 26 gennaio 1848, il paese insorse contro il re delle Due Sicilie, Ferdinando II. Durante la spedizione dei Mille Aidone partecipò ai combattimenti deviando un contingente borbonico e favorendo la conquista di Palermo da parte di Garibaldi.

 

Uno dei siti archeologici più interessanti dell'entroterra siculo è sicuramente l'antica città greca di Morgantina. Alle informazioni delle fonti letterarie si aggiungono i reperti rinvenuti in seguito agli scavi archeologici cominciati nel 1955 ed effettuati in tutta l'area. L'antica città si estende su una piccola pianura delimitata da dolci colline. Al centro del pianoro si trova l'Agorà dominata dall'alto dal colle della Cittadella, sede dell'Acropoli.

 

Castellaccio è il nome dato ai ruderi del castello medievale costruito nel punto più alto della città, in posizione strategica, con una visuale panoramica a trecentosessanta gradi che permetteva di controllare le principali vie di comunicazione della Sicilia centrale. La costruzione risalirebbe all'Undicesimo secolo, all'epoca normanna. Sulla piazza Cordova si affaccia la Torre Adelasia, che oggi costituisce la torre campanaria dell'annessa chiesa di Santa Maria La Cava, ma che in origine era una delle torri di difesa lungo le mura che costeggiavano le pendici occidentali del borgo normanno. La chiesa Madre di San Lorenzo, dedicata al partono di Aidone, è forse la chiesa più antica ed è stata ricostruita dopo il terremoto del 1693. Convento e Chiesa dei Cappuccini oggi sono sede del museo archeologico regionale che conserva preesistenze di Morgantina e molti altri mirabili reperti e opere d'arte. 

 

La festa di San Giuseppe, 19 marzo, è la prima vera festa dell'anno nuovo ed è celebrata solennemente con tavole e tavolate, altari colmi di ogni ben di Dio originariamente allestiti nelle case private come ex voto per grazia ricevuta. Altra importante ricorrenza è Morgantina rivive. Ogni anno dal 2005, il 5 e il 6 del mese di agosto, l'archeoclub di Aidone, in collaborazione con altre associazioni promuove una rievocazione storica che si svolge per intero sul sito archeologico: giovani, adulti, bambini in costume fanno rivivere l'agorà, le case, il macellum, la boulè.

 

Sito web del comune: www.aidoneonline.it/ 

 

Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Aidone

Immagine: https://it.wikipedia.org/wiki/Aidone

 

Condividi
Condividi
Please reload

Post in evidenza

Le puntate in onda su Rai Radio per i vincitori del Premio Letterario il Borgo Italiano 2019

1 Jul 2019

1/5
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

EDIZIONE 2020

Se vuoi candidare il tuo Borgo per ospitare l'edizione 2020 o future edizioni del Premio Letterario Il Borgo Italiano, contatta la nostra segreteria.

La scadenza per le candidature è il 30 settembre 2019.

INFORMAZIONI

Premio il Borgo di David Spezia
p.iva 10631700969

Indirizzo per la spedizione del materiale:

info@premioilborgoitaliano.it

SOCIAL
  • Facebook Social Icon
  • YouTube Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
PARTNER

Con il patrocinio

del Comune di Irsina

Tralerighe Libri Editore

"Premio Letterario Il Borgo Italiano" è un marchio registrato.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Proseguendo la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni