Somma Vesuviana tra i romanzi del Premio Letterario il Borgo Italiano

13 Jun 2017

Somma Vesuviana partecipa al Premio Letterario il Borgo Italiano attraverso la sezione Romanzo Edito.

 

Comune italiano di 35.133 abitanti della Città Metropolitana di Napoli, in Campania, sorge nel cuore del Parco Nazionale del Vesuvio, a soli sedici chilometri dal capoluogo. Ha origini antichissime, attestate in numerosi ritrovamenti archeologici culminanti in una delle più grandi ville romane, la dimora dove si ritiene sia morto l'imperatore Cesare Augusto.

 

Il Casamale, il suo più antico quartiere, è un borgo che prende il nome da un'aristocratica famiglia che compare per la prima volta in un atto di locazione del 1011. È circondato da antiche mura aragonesi, consolidate nel 1467 dal re Ferrante d'Aragona. Tali mura servivano per il contenimento dei terrapieni intorno alla Terra Murata e quattro porte si aprivano lungo la loro estensione. ll nucleo centrale del Casamale è un edificio ecclesiastico, il convento dei Padri Eremitani di Sant'Agostino con la cappella intitolata prima a san Giacomo e poi, dopo la costruzione della chiesa, a santa Maria della Sanità. Il Casamale racchiudeva tra le sue mura, oltre all'imponente Collegiata, conventi e palazzi dell'aristocrazia che occupavano solo in misura parziale le insulae. San Domenico, Santa Maria del Pozzo, San Giorgio Martire sono le chiese più importanti della città, architetture religiose degne di nota. In piazza Vittorio Emanuele III si trova anche il Palazzo Torino, attuale sede comunale. Da segnalare il Museo Etnostorico delle Genti Campane e un Museo di Arte Contadina che raccoglie oggetti di uso quotidiano della civiltà di un tempo. Il terreno limitrofo alla città, fertilissimo per la vicinanza del Vesuvio, è caratterizzato dalla coltivazione di prodotti locali particolarmente prelibati: i pomodorini del Vesuvio, le albicocche e l'uva da cui si ricava un eccellente vino che accompagna le ricette tipiche come il baccalà alla napoletana.

 

Sulle antiche pendici del Vesuvio che, dopo l'eruzione del 79 d. C. e a causa della separazione del massiccio in due moli, assunse la denominazione di Monte Somma lasciando al nuovo cono la denominazione di Vesuvio, si era insediata una folta serie di ville rusticae, a dimostrazione dell'intensa frequentazione della zona fin dall'epoca romana e della coltivazione di prodotti pregevoli smistati sui mercati delle vicine Nola, Pompei e Napoli verso quelli della Capitale. Nella sua evoluzione urbanistica ebbe una notevole importanza la sede sopraelevata e intermedia tra le potenze militari di Nola e Napoli, costantemente in lotta tra loro per il dominio sulle falde del Vesuvio. Nella parte più alta del territorio comunale, in posizione strategica rispetto alla pianura Campana, verso l'Undicesimo secolo, fu eretta una fortezza che ospitò longobardi, normanni e svevi, e di cui persino gli ungheresi saggiarono l'imprendibilità. Con l'avvento degli angioini il castello sul monte e la cittadina medievale di Somma, sviluppatasi più in basso, beneficiarono di un incremento significativo a livello demografico, sociale e artistico.


In città si tiene ogni anno il tradizionale Palio di Somma Vesuviana.

Festa popolare che ricade nella seconda settimana di settembre, nei giorni di venerdì, sabato e domenica, è organizzata dai Giovani per un Mondo Unito ed è un evento culturale basato sul concetto di recupero dei valori e delle tradizioni popolari di un tempo, dallo storico Magister Nundinarum al fascino degli antichi mestieri, dal consumo dei prodotti gastronomici locali alle meravigliose sfide tra contrade. Il ricavato della manifestazione è interamente devoluto al finanziamento di progetti umanitari, soprattutto in territorio africano.

 

Sito web del Comune: www.comune.sommavesuviana.na.it/

 

Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Somma_Vesuviana

Immagine: https://it.wikipedia.org/wiki/Somma_Vesuviana

 

 

 

Condividi
Condividi
Please reload

Post in evidenza

Le puntate in onda su Rai Radio per i vincitori del Premio Letterario il Borgo Italiano 2019

1 Jul 2019

1/5
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

EDIZIONE 2020

Se vuoi candidare il tuo Borgo per ospitare l'edizione 2020 o future edizioni del Premio Letterario Il Borgo Italiano, contatta la nostra segreteria.

La scadenza per le candidature è il 30 settembre 2019.

INFORMAZIONI

Premio il Borgo di David Spezia
p.iva 10631700969

Indirizzo per la spedizione del materiale:

info@premioilborgoitaliano.it

SOCIAL
  • Facebook Social Icon
  • YouTube Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
PARTNER

Con il patrocinio

del Comune di Irsina

Tralerighe Libri Editore

"Premio Letterario Il Borgo Italiano" è un marchio registrato.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Proseguendo la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori Informazioni