top of page

Arola tra i romanzi del Premio Letterario il Borgo Italiano 2024 con Pierpaolo de' Gennaro

Arola partecipa al Premio Letterario il Borgo Italiano 2024 edizione Borgo di Irsina attraverso la sezione Romanzo Edito grazie a un'opera di Pierpaolo de' Gennaro dal titolo "C'era una volta il provolon del monaco di Arola in Vico Equense" edita da Ilmiolibro.


Arola è una frazione di 2115 abitanti di Vico Equense, nella città metropolitana di Napoli in Campania.

Posizionata in una zona strategica, vanta una grande estensione demografica pur essendo soltanto una frazione.


Vanta numerose zone di grande interesse paesaggistico.

Le vie dell'acqua, numerose sorgenti danno origine a pozzi pubblici e privati, disseminati in tutto il territorio arolese che era segnato da numerose vie dell'acqua che conducevano a Meta.

La Collina di Astichiano anche nota come collina dei Camaldoli: zona collinare panoramica, si affaccia da un lato sulla penisola sorrentina, dall'altro sul golfo di Napoli.

La Torre di guardia di epoca angioino-aragonese posta tra le colline del Calvaruso e dei Camaldoli (oggi Museo della Maiolica e sede dell'Associazione culturale pArola all'Eremo).

Tordigliano (Chiosse): altra zona di grande interesse paesaggistico.

Monte Vico Alvano (Cisterne): Zona collinare che affaccia sulla costiera amalfitana e offre uno scorcio su Positano.

I resti della Cappella diruta di Santa Trifomena costruita intorno al 1400.

Il Mulino ad acqua con gora interna alle mura ed archi a sesto acuto, tardo quattrocentesco in via Grottelle.

La Cappella di Sant'Anna e San Gioacchino (Zona Ara Aiello): costruita a fine '800- inizio '900.

Piazza S. Antonino Abate e la statua in marmo del Santo che accoglie alla sua base un grosso ramo della quercia secolare piantata, secondo la tradizione, dall'eremita Antonino durante i suoi frequenti passaggi.


La "sagra del riavulillo" si tiene ad Arola ogni anno a inizio agosto. Durante questa festa i visitatori possono degustare il riavulillo (formaggio tipico arolese, con all'interno un'oliva e un peperoncino piccante, donde il nome, che nel dialetto locale significa diavoletto) e tanti altri prodotti tipici di Arola come il provolone del monaco.


Arola


Visita la pagina su Artisti di Borgo

Cerca un artista, scopri un borgo

Artisti di Borgo





108 visualizzazioni

Comentarios


I vincitori del Premio Letterario il Borgo Italiano 2024 edizione Borgo di Irsina

I vincitori del Premio Letterario il Borgo Italiano 2024 edizione Borgo di Irsina

Irsina è Capitale Italiana dei Borghi Letterari 2024

Irsina è Capitale Italiana dei Borghi Letterari 2024

I finalisti del Premio Letterario il Borgo Italiano 2024 edizione Borgo di Irsina

I finalisti del Premio Letterario il Borgo Italiano 2024 edizione Borgo di Irsina

IN EVIDENZA
bottom of page