top of page

San Michele di Ganzaria tra i racconti del Premio Letterario il Borgo Italiano 2024 con Francesca Di Rosa

San Michele di Ganzaria partecipa al Premio Letterario il Borgo Italiano 2024 Edizione Borgo di Irsina attraverso la sezione Racconto Inedito grazie a un'opera di Francesca Di Rosa dal titolo "Come fu che arrestarono Alfio".


San Michele di Ganzaria è un comune italiano di 2844 abitanti della città metropolitana di Catania in Sicilia.


La montagna della Ganzaria si estende in parte nel territorio comunale di San Michele di Ganzaria ed in parte in quello di Caltagirone. La montagna deve il suo nome al toponimo arabo "cinghialeria", poiché in quest'area anticamente si cacciavano i cinghiali ed è suddivisa in otto contrade: Consorto, Cutuminello, Listingazzo, Monte Zabaino, Pesce Morto, Piano Caltagironese, Piano Cannelle, Vallone dell'Eremita.


Nata come colonia di rifondazione albanese nel XV secolo, linguisticamente ha parlato l'albanese per alcuni secoli e professato il greco antico nel rito religioso.


La Chiesa di San Michele Arcangelo è dedicata a san Michele arcangelo (XIII secolo), patrono del paese, ed è l'unica parrocchia di San Michele di Ganzaria. L'edificio ha una facciata in stile gotico-cistercense, con ai lati due torri campanarie merlate aggiunte solo nel corso del Novecento.

Altri luoghi di interesse sono: la Chiesa della Madonna del Rosario e relativa cripta, la Chiesa di San Giuseppe, la Chiesa del Monte Calvario, il Museo della Ganzaria, l'ex Palazzo comunale di San Michele di Ganzaria, oggi sede, al primo piano, della biblioteca comunale.


San Michele di Ganzaria

Foto: Di Michele.iannizzotto - Template:Foto personale, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=72893425


Visita la pagina su Artisti di Borgo

Cerca un artista, scopri un borgo

Artisti di Borgo





17 visualizzazioni

Comments


IN EVIDENZA
bottom of page